|REVIEW PARTY| Nevernight: i grandi giochi - Jay Kristoff

settembre 08, 2019












Mia si è conquistata un posto tra gli assassini della Chiesa Rossa, ma sono in molti a ritenere che non ne sia degna. Prima di portare a termine il suo piano di vendetta, sarà costretta a vedersela con nuovi nemici e a fronteggiare pericolose congiure.














POSSIBILI SPOILER PER CHI NON HA LETTO IL PRECEDENTE VOLUME DELLA TRILOGIA



Mia è diventata una Lama, nonostante il fallimento dell'ultima prova alla Chiesa Rossa, per aver salvato gli Shahiid da morte certa in seguito al doppio gioco di due degli accoliti.
E non tutti gli Shahiid sono felici, piuttosto trovano che sia stato un errore.
Durante uno dei suoi incarichi, Mia incrocia nuovamente Ashlinn, e grazie a lei scoprirà che c'è qualcosa che le è stato taciuto riguardo all'assassinio del padre...



Jay Kristoff, nuovamente, riesce a spiazzare con intelligenza, arguzia e sarcasmo.
Cambia le carte in tavola, ci catapulta nell'antica Roma con i suoi gladiatori, svela alcune verità nascoste - ovviamente centellinandole - riguardo all'assassinio di Darius Corvere che adesso è chiaro come sia insieme fil rouge e leitmotiv dell'intera trilogia.
Ritorneranno i personaggi conosciuti in Mai Dimenticare (qui la recensione), che verranno affiancati da numerosi e nuovi personaggi cui, come in Game of Thrones, sarà meglio non affezionarsi.



La crescita di Mia, gli intrighi politici, gli inganni, i misteri, i giochi, la vendetta e la perenne ricerca sui tenebris da parte della protagonista 
rendono scorrevole un romanzo che, una volta imparato a leggere lo stile narrativo ed innovativo di Kristoff ed aver familiarizzato con una trama sanguinosa, oltre che con le famigerate note a piè di pagina, ci si ritrova a leggere d'un fiato e desiderare di scoprire quale altra geniale idea sia contenuta nel volume conclusivo.



Certo è che nulla è come sembra e, anche se alcuni sono prevedibili, si rimane shoccati per i colpi di scena.
Peccato solo per la storia d'amore: del tutto inattesa e con un personaggio che sì, certo, si impara a rivalutare, ma sembra inserita solo per il politically correct.














Recensione a cura di:








Non perdere nessun aggiornamento sui prossimi post:









Si ringrazia la CE Mondadori per l'invio del libro digitale





You Might Also Like

0 commenti

Mi piace sapere cosa ne pensano i miei lettori <3

Vi aspetto nei commenti ;)

NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Seguimi su Facebook

creative commons