|BLOGTOUR| L'opale perduto - Lauren Kate

settembre 11, 2019



Bentrovati, miei adorati lettori! 


Oggi ospito la terza tappa del BlogTour dedicato a L'Opale perduto di Lauren Kate!
Siete pronti ad ammirare i bei vestiti con cui si abbigliavano i veneziani nel 1700 ed a perdervi tra le calli?







È una cupa notte di dicembre del 1725, Venezia è stretta nella morsa dell'inverno. Violetta, cinque anni, si è rifugiata nella soffitta dell'istituto per trovatelli noto come Ospedale degli Incurabili, dove vive. Oltre il vetro gelido di una finestra, con la sua bambola stretta al petto, sente il canto soave di una donna, giù in strada, e la vede abbandonare un bambino nella ruota. Dieci anni dopo, in quella stessa soffitta piena di vecchi indumenti e violini rotti dove lei continua a sognare una vita libera, Violetta incontra Mino. Violinista dell'ala maschile dell'orfanotrofio e primo essere umano capace di farle intravedere, attraverso il soffio suggestivo della musica, un orizzonte di speranza. Ma questa inaspettata magia ancora non basta: troppo urgente è il desiderio di Violetta di diventare una cantante, e potrebbe essere un desiderio maledetto...















I VESTITI DEL 1700 A VENEZIA




VESTITI FEMMINILI 













VESTITI MASCHILI












VESTITI E MASCHERE DEL CARNEVALE VENEZIANO























Ed eccoci arrivati alla fine della tappa!
Se siete curiosi di sapere cosa penso de l'Opale perduto cliccate qui per leggere la recensione!



Seguite le precedenti e le prossime tappe di questo Blogtour, sono curate da blogger fantastiche!






|Le immagini presenti in questo articolo sono state prese al solo scopo raffigurativo e non pubblicitario da google, pintrest, deviantart e tumblr e si intendono di proprietà degli artisti.|

Tappa a cura di:











Non perdere nessun aggiornamento sui prossimi post:














You Might Also Like

0 commenti

Mi piace sapere cosa ne pensano i miei lettori <3

Vi aspetto nei commenti ;)

NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Seguimi su Facebook

creative commons