|REVIEW PARTY| Il peggiore dei mondi possibili - George Orwell

dicembre 03, 2020

 












 

"Fiorirà l'aspidistra", "Omaggio alla Catalogna", "Una boccata d'aria", "La fattoria degli animali", "1984": con queste cinque opere, tra il 1936 e il 1948, George Orwell è andato delineando un panorama sociale, politico e narrativo che si è nutrito insieme di suggestioni biografiche, grandi eventi storici, immaginazione letteraria, diventando uno dei grandissimi autori del Novecento. Questo volume li raccoglie, fornendo inoltre un agile profilo dell'autore e una curiosa sezione di giudizi critici dei contemporanei, a volte sorprendenti.












Ritorna in libreria George Orwell con i suoi iconici romanzi distopici. Nel Drago a lui dedicato si trovano cinque tra le più intense opere dell’autore, tra cui: Fiorirà l’aspidistra, Omaggio alla Catalogna, Una boccata d’aria e i suoi romanzi più celebri, La fattoria degli animali e 1984.




In fiorirà l’aspidistra, Gordon Comstock è un insicuro che insegue il sogno di diventare uno scrittore, ma gli scritti che invia alle case editrici gli vengono sovente rifiutati. Vive con pochi soldi solo per una linea di principio, perché non vuole ridursi schiavo del danaro, e arriva a rifiutare quello che oggi chiameremmo il “posto fisso”, isolandosi volontariamente e scendendo nel baratro del vittimismo.
Fino a che non gli giunge una notizia che dovrebbe renderlo felice, e invece rivoluzionerà il suo intero modo di vedere la vita.
Omaggio alla Catalogna è invece la cronistoria dei fatti avvenuti in Catalogna durante la Guerra Civile Spagnola. Orwell, attivista politico, si schierò al fianco dei comunisti e racconterà di come i ragazzi combattessero per non essere vinti dal regime franchista, evidenziando anche la disillusione (un po’ come Iacopo Ortis per Foscolo) nei confronti della Russia, che non volle essere associata ai comunisti catalani e che invece favorì Franco.
In Una boccata d’aria siamo nel 1938, e George Bowling decide di lasciare la città e andare nella campagna inglese per sfuggire al mutuo da pagare, alla moglie e figli da mantenere e un lavoro che non lo soddisfa. In campagna spera di ritrovare se stesso e ciò che ha perduto, ma in verità si sta solo illudendo perché la guerra è più vicina di quanto possa pensare. Infine abbiamo La fattoria degli animali – in cui in una fattoria gli animali si ribellano al loro fattore per l’eccessivo sfruttamento, riuscendo a cacciarlo. Gli animali rinominano la fattoria come Fattoria degli Animali e scrivono i Sette Comandamenti, il più importante dei quali è "Tutti gli animali sono uguali". Nonostante questo, però, i maiali pretendono di comandare la fattoria, e in seguito ad altre rivolte ci riusciranno, comandati da Napoleone che, in preda ad un delirio di onnipotenza, farà giustiziare dai cani chi non la pensa come lui e i sette comandamenti vengono rimpiazzati da "Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri”… – e il capolavoro 1984, con protagonista Winston Smith, che lavora al Ministero della Verità ed è incaricato di correggere i libri e articoli di giornale, oltre che la storia scritta, in modo da rendere reali e credibili le previsioni fatte dal Partito. Anche se sembra essere un cittadino modello, Winston non tollera il regime e comincia a tenere dei diari in cui scrive le sue idee, questo almeno finché non incontra Julia…





Nei suoi romanzi, Orwell, con un linguaggio diretto e tagliente, ha sempre incluso la sua personale critica nei confronti della società inglese e la sua visione dei rapporti sociali, analizzando con perizia le inquietanti società distopiche in cui i suoi personaggi vivono solo perché il loro cuore batte, ma hanno una vita priva di ogni forma d’arte e si trascinano in un mondo in cui la creatività viene soppressa e i poteri forti sono asserviti solamente al denaro. Schiavi senza catene, vittime di un mondo che ha fatto della repressione un vessillo col Grande Fratello e fagocitato l’individualità di tutti.




Il peggiore dei mondi possibili è un must-have per tutti gli amanti di Orwell che vogliono riscoprirlo anche grazie a dei titoli ingiustamente passati in sordina e per chi, per la prima volta, vuole approcciarsi al capostipite della distopia fantapolitica che è stato capace di influenzare non solo la letteratura di genere ma anche i media derivati.







Si ringrazia la CE Mondadori per l'invio del libro digitale




You Might Also Like

0 Comments

Mi piace sapere cosa ne pensano i miei lettori <3

Vi aspetto nei commenti ;)

NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Seguimi su Facebook

creative commons

About Me

Facebook