|REVIEW PARTY| In fuga da Houdini - Kerri Maniscalco

settembre 27, 2020

 









Audrey Rose Wadsworth e il suo assillante compagno, Thomas Cresswell, si imbarcano sulla lussuosa RMS Etruria, diretti alla loro prossima meta, l'America. La settimana di spettacoli circensi che allieterà la traversata - compresa l'esibizione di un giovane e promettente artista della fuga - sembra la distrazione ideale prima del tetro incarico che li attende oltreoceano. Ma presto il viaggio si trasforma in un festival degli orrori quando, una dopo l'altra, giovani donne vengono trovate morte. Per Audrey Rose, il Circo al chiaro di luna - con i suoi numeri inquietanti e i personaggi grotteschi - si trasforma in un incubo e la fa tornare alla sua ossessiva ricerca di risposte. Gli indizi sull'identità di una delle vittime sembrano condurre a qualcuno a cui Audrey Rose vuole molto bene: riuscirà la ragazza a fermare il misterioso assassino prima del suo terrificante gran finale?

















I giovani e brillanti Audrey Rose e Thomas ne hanno passate tante – la loro vita è costellata da omicidi brutali e serial killer insospettabili –, ma lo zio di Audrey Rose, Jonathan, vuole che vadano con lui in America per affiancarlo in un caso. Per raggiungere la destinazione s’imbarcano, dunque, sulla RMS Etruria, ma non hanno pace neanche qui: durante uno spettacolo circense, una donna viene trovata morta e il trio viene immediatamente coinvolto nelle indagini...   





Si deve ammettere che lo stile della Maniscalco è decisamente scorrevole, anche se sono presenti molte lungaggini evitabili e alcune scelte opinabili che ha deciso di far intraprendere alla moderna protagonista che sono un po’ troppo…moderne. I personaggi risultano tutti aver linee OCC (out of character) e non evolvono, anzi involvono. Thomas è spento (anche se non demorde), Audrey Rose con la scusa del femminismo pretende di fare ciò che vuole e si fa ammaliare da Mefistofele – ricordiamo che il femminismo, quello vero, è ben altro. Anche la risoluzione del caso è abbastanza prevedibile, e molte dinamiche risultano ridondanti – ma questo è perché è uno young adult, e si deve adattare tutto al target di lettori. Per fortuna il worldbuilding è credibile, e la fine risolleva un po’ il libro che, inutile negarlo, è più debole degli altri due – anche per la scelta di spostare l’attenzione dai casi alla storia d’amore dei due protagonisti.





Arricchito dal racconto La nascita del Principe Oscuro, In fuga da Houdini non è certo il migliore della tetralogia, ma fa ben sperare per il quarto ed ultimo volume di questa serie che ha appassionato con tematiche attuali e ha saputo ben intrattenere lettori in target e non.







Si ringrazia la CE Mondadori per l'invio del libro digitale




You Might Also Like

0 Comments

Mi piace sapere cosa ne pensano i miei lettori <3

Vi aspetto nei commenti ;)

NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Seguimi su Facebook

creative commons

About Me

Facebook