|RECENSIONE MANGA| Heavenly delusion - Volumi 1 & 2- Masakazu Ishiguro

luglio 06, 2020








Dentro a una struttura dotata di un'area verde e completamente cinta da mura sono ospitati dei ragazzini. Durante una verifica, Tokio riceve un fugace messaggio che recita: "Vorresti andare all'esterno dell'esterno?", e da quel momento comincia a chiedersi come sia quel mondo sconosciuto che inizia appena oltre i confini della struttura. Dall'altra parte, fuori, Maru e Kiruko, impegnati in una quotidiana lotta per la sopravvivenza in ciò che resta del Giappone, sono alla ricerca del "paradiso". Tokio e Maru sono identici nell'aspetto, eppure sembrano non conoscersi affatto. Quale sarà il loro legame? I loro destini saranno destinati a incrociarsi? E cosa nasconde l'avvenente ma mascolina Kiruko?









La ricerca del "paradiso dei pomodori" ha portato Maru e Kiruko alla piantagione Kusakabe, che però si rivela ben presto non essere affatto il luogo che stanno cercando. Durante il viaggio di ritorno, a bordo di un traghetto, Maru viene a conoscenza del passato di Kiruko. Nel frattempo, Kuku racconta a Tokio che all'interno della scuola ci sono dei neonati senza faccia...







Premiato come miglior fumetto per ragazzi del 2019 dalla rivista Kono manga ga sugoi! e disegnato dal mangaka Masakazu Ishiguro, Heavenly Delusion è un manga distopico particolarmente intrigante.




“Vorresti andare all'esterno dell’esterno?”, questa è la domanda del misterioso messaggio che dà inizio alla storia di Tokio: il ragazzo vive, insieme ad altri coetanei, in una struttura blindata iper-tecnologica dotata di un’area verde, in cui i professori sono robot. Curiosamente, nessuno dei ragazzi, alcuni dei quali dotati di poteri speciali, ha mai pensato che, al di fuori della struttura, potesse esserci un mondo, e Tokio comincerà a chiedersi come si vive al di fuori di questo istituto.
Ciò che non sa è che, al di là delle mura, c’è un Giappone devastato da una misteriosa catastrofe ambientale, abitato da tante persone che cercano di sopravvivere un giorno in più – o perché il cibo è difficilmente reperibile o perché non sopravvivono alle lotte con i mostri, sia sovrannaturali che persone che hanno perso la loro umanità. Tra di loro ci sono Maru e Kiruko, che stanno cercando il “Paradiso” – che neanche loro sanno cosa realmente sia.





Disegnati in modo realistico e con un tratto riconoscibile, Heavenly Delusion è un manga molto particolare che fonde le atmosfere del film The Island con tematiche attuali, facendo riflettere (specialmente nel secondo volume) sul valore del rispetto del pianeta – è agghiacciante la vista del mare pieno di rifiuti di plastica non biodegradabile – e su quanto i mostri più temibili siano parti nascoste di noi che, viziati da determinate situazioni difficili, perdiamo la moralità in favore di un pezzo di pane (laddove esista) o per mero guadagno monetario.
Particolarmente degno di nota l’azzardo nell'inserimento di alcune scene di nudità esplicita e soft omosessuali, assolutamente non volgari o espliciti ma che rappresentano comunque qualcosa di inusuale per i canoni dello shonen. Per quanto riguarda i personaggi, sono tutti avvolti dal mistero: Tokio e Maru sono identici, sebbene vivano in due situazioni completamente agli antipodi, e Kiruko nasconde un segreto che verrà svelato nel secondo volume – segreto che si rivela totalmente inaspettato e che porta a riflettere sul significato di “ambiguità”.





Pubblicato nel formato 21 x 14,5 cm, Heavenly Delusion è un manga multigenere che non manca di stupire e intrigare grazie all'azione che si fonde al mistero, che mantiene altissima l’attenzione per due volumi e che, date le tantissime tematiche trattate, promette benissimo e aumenta le aspettative per i prossimi volumi.














Si ringrazia la CE Edizioni Star Comics per l'invio dei manga






You Might Also Like

0 Comments

Mi piace sapere cosa ne pensano i miei lettori <3

Vi aspetto nei commenti ;)

NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Seguimi su Facebook

creative commons

About Me

Facebook