|RECENSIONE SERIE TV| Manifest (2018-)

agosto 24, 2019










Titolo originale: Manifest
Anno: 2018 – in produzione

Genere: Fantascienza, azione

Principali interpreti:
Melissa Roxburgh
Josh Dallas












Quando il volo 828 della Montego Air dalla Giamaica a New York City atterra dopo un viaggio turbolento, ma di routine, i 191 passeggeri dell'aereo e il suo equipaggio apprendono che, mentre sono passate solo poche ore per loro, il resto del mondo li ha considerati dispersi - e presunti morti - per oltre cinque anni e mezzo.







Come tanti altri curiosi spettatori del piccolo schermo, ammetto in primis la mia insana curiosità e sono rimasta molto colpita, già dalle prime puntate, dalla serie andata in onda su Canale 5 Manifest, sbarcata in Italia nel mese di Luglio 2019 e che mi ha tenuta incollata fino alla conclusione della prima stagione. 


Di primo acchito la serie si preannuncia come appartenente al filone paranormale e mistery, oserei dire che il surreale potrebbe metterci il suo zampino, sperando che mantenga un minimo di logica. 
Ero indecisa se imbarcarmi o meno in questo viaggio, memore delle ultime puntate del più famoso Lost - una serie che amavo tantissimo fino a un finale discutibile e, per certi versi, incomprensibile, sempre a mio parere naturalmente. 
Ho comunque dato una chance a Manifest e, come supponevo, si è dimostrata interessante e incalzante grazie alla suspence e all'intreccio complesso, tanto che i miei neuroni si sono scervellati per trovare la soluzione prima che venisse svelata, sebbene gli autori ci lascino in sospeso in vista di una nuova stagione, rivelando un minimo di indizi che offrono altri punti interrogativi. 
Perché già non ce n'erano, eh!  
Non vorrei che si allungasse il brodo inutilmente e si perdesse il filo iniziale, perciò io mi auguro che mantenga un senso seppur si andrà a parare in territori surreali.  


Ma spieghiamo grosso modo quello che accade, senza addentrarci nello spoiler che rovinerebbe la suspence: come nel caso di Lost, Manifest gira intorno al mistero di un volo di linea scomparso, seppur l'aereo in questione, dopo una terribile turbolenza, giunga a destinazione con a bordo tutti i 191 passeggeri sani, salvi e inconsapevoli di ciò che li attende, poiché non sembra esserci alcunchè di anormale fino a quando, appena messo i piedi al suolo dell'aereoporto, non si scopre che per il resto del mondo sono trascorsi ben 5 anni e loro dati inevitabilmente per dispersi, mentre per i passeggeri sono passati soltanto poche ore di viaggio. Tutti sono increduli dalla notizia e nessuno riesce a spiegarsi come il tempo sia andato avanti senza di loro, inoltre questo "contrattempo" scombussolerà la nuova vita dei parenti degli interessati, le cui esistenze, nel bene e nel male, sono andate avanti, stravolgendo gli equilibri che si sono creati durante la scomparsa dei loro cari. 
E' come se i pezzi di un puzzle si guastassero e non combaciassero più. E' il caso di Michaela, di suo fratello Ben (l'interprete è Josh Dallas, il principe azzurro di Once Upon a Time che molti ricorderanno) e del figlioletto Cal, malato di leucemia, tra i protagonisti principali essendo presenti sull'aereo incriminato, che seguiremo passo dopo passo durante le puntate. Michaela era una poliziotta in un momento di pausa, sconvolta dalla morte di una sua amica in un brutto incidente stradale che la vedeva coinvolta direttamente, perciò si era concessa una vacanza in Jamaica insieme alla famiglia e a quella del fratello, indecisa se accettare la proposta di matrimonio del fidanzato Jared. Per lei è un colpo tremendo sapere che lui, in quei 5 anni di vuoto in cui la credevano morta o affogata chissà dove, si è sposato con Lourdes, altra amica di Michaela.
Per la serie "mai presentare le amiche al proprio ragazzo". 
Poveretti, mica sapevano che lei era viva e magari rapita dagli alieni. 
Sì però mi pare brutta 'sta cosa. 
Un'altra no? 
Pure io ci rimarrei male.
Anche Jared ci è rimasto male. ha una faccia che dice: "Mò che si fa? Mollo la mora e mi ripiglio la bionda?? Sarebbe poco carino, ma mi sa che ho fatto na cazzata."
Andiamo avanti, va.
Ciò manda la ragazza in totale confusione, si sente tradita da entrambi e non riesce a comprendere quale sia il suo posto. 
Abbiamo un altro molto confuso: Ben.
La moglie Grace lo accoglie tra lacrime e abbracci, eppure non sarà facile recuperare un rapporto da parte di lei, essendosi ritrovata vedova per cinque anni e vedendo riapparire il defunto marito da un giorno all'altro. Inoltre Ben dovrà imparare a conosce sua figlia Olive, gemella di Cal, ormai un'adolescente e per lui un'estranea.
Apparentemente, l'unico che sembra fregarsene è Cal, rimasto bambino in confronto alla gemella e sempre malato. Per uno scherzo del destino, a lui giova l'esser rimasto indietro quegli anni, poiché nel frattempo sono state sperimentate nuove cure contro la leucemia, frutto di una ricerca inviata dal computer di un'altra passeggera del volo misterioso, Saanvi, che includerà il bambino nella sperimentazione.
In pratica è l'unico che ci ha guadagnato. 
Un po' inquietante.
Ma non è di certo finita qui: per tutti i superstiti non sarà facile inserirsi nella nuova società, senza contare che l'opinione pubblica mantiene i riflettori accesi sulla vicenda, tra chi li eleva a miracolati o a portatori di sventure, altri, come i servizi governativi, non si danno pace per scoprire cosa sia successo realmente durante il volo.  
Si hanno delle supposizioni: un rapimento alieno? 
No, poco probabile.
Un passaggio spazio-temporale? 
Non sarebbe da scartare come ipotesi.
Vi è un altro quesito a tormentare i passeggeri; le cosiddette voci o chiamate che loro avvertono nella mente, strane intuizioni e sussurri che incitano i protagonisti a compiere delle azioni che si rivelano provvidenziali, che pare collegare tutti in un unico progetto dalla moralità discutibile: la domanda è di chi?


Personalmente ho presupposto che la scomparsa sia stata programmata in vista un esperimento di scienziati senza scrupoli, qualcosa fa intendere questa ipotesi ma, come accennato agli inizi, veniamo lasciati con più punti di domanda che certezze ed è uno pensiero da prendere con le pinze. 
Ci toccherà attendere la prossima stagione.







Recensione a cura di:






Non perdere nessun aggiornamento sui prossimi post:















You Might Also Like

0 commenti

Mi piace sapere cosa ne pensano i miei lettori <3

Vi aspetto nei commenti ;)

NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Seguimi su Facebook

creative commons