NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Lettori fissi

[BLOGTOUR] "Alice nel tè e quel che non accadde" - Maria Perillo



Buongiorno lettori!


Oggi ospito la quinta tappa del BlogTour dedicato al libro d'esordio di Maria Perillo Alice nel tè e quel che non accadde
Di seguito potrete leggere l'intervista all'autrice!











ALICE NEL TE' E QUEL CHE NON ACCADDE!


di
Maria Perillo











Ispirandosi ai capolavori di Lewis Carroll e alla trasposizione cinematografica del visionario Tim Burton, Maria Perillo ci consegna un piccolo cammeo di scrittura creativa, un "corto" che ha per protagonista la coraggiosa Alice e una "missione" da compiere: consentire ai sogni di vivere, sconfiggendo la paura che ci impedisce di volare. Wonderland e i suoi mitici abitanti, il Brucaliffo, il Cappellaio e il Bianconiglio, per citare i più celebri, sono minacciati da un Fante misterioso ma a ben vedere ciò che davvero rischia di soffocarli è il peso delle paure di una Alice non più bambina... Lasciandosi così guidare dalla ingenuità e dalla spontaneità che la portarono a Wonderland la prima volta, Alice intraprende un nuovo viaggio, dove sciogliere nodi e insicurezze per riappropriarsi del suo Paese delle Meraviglie. Una lettura di evasione dalla realtà e insieme introspettiva, dove riscoprire la bellezza dello stupore e della fantasia propria del bambino che alberga in ciascuno di noi.


























In questa quinta tappa del BlogTour dedicato ad "Alice nel tè e quel che non accadde!" parleremo un po' con l'autrice Maria Perillo.




Ciao Maria e benvenuta.
"Alice nel tè e quel che non accadde!" è la tua opera d'esordio. 
Ti definisci curiosa e con una grande immaginazione: hai scelto per questo, come prima protagonista, proprio Alice?

  • È stata Alice a scegliermi! Di tutti i personaggi e racconti, è sicuramente la più adatta a conoscere se stessa e i mondi paralleli che ci riserva l’esistenza. È la mia opera preferita, in assoluto. Non avrei potuto fare diversamente.


Da dove nasce l'ispirazione di quello che potremmo definire un sequel?




  • È nato per gioco. Mi divertivo con gli amici a creare parallelismi tra le nostre vicende ed un nuovo mondo di Alice. Poi, un giorno, ho deciso di cominciare a scrivere tutto…



Quanto tempo hai impiegato dalla stesura alla pubblicazione?


  • Non saprei dirlo con certezza, la prima parte è stata scritta di getto. Nella seconda parte c’è stato un lavoro interiore più lento. È come se non avessi percezione del tempo quando si parla di Alice.



La tua Alice è cresciuta e vivrà una nuova avventura nel Paese delle Meraviglie. 
Nonostante siano presenti tutti i personaggi, qualcosa è cambiato: la disillusione di Alice, ad esempio. 
Quanto è difficile, oggi, preservare la propria identità ed i propri sogni in un mondo che impone degli standard?



  • Molto difficile, decisamente difficile. È una scelta quotidiana che richiede coraggio. Uscire dagli schemi, conoscere se stessi e poi il mondo, implica un’uscita forzata dalla zona di comfort e, mi rendo conto, che richiede un vero e proprio lavoro ma, si sa, conoscenza e felicità rappresentano un lavoro a tempo pieno.


Ti sei ispirata al capolavoro di Carroll ed alla sua recente trasposizione a cura di Tim Burton. Quanto due mezzi complementari, quali letteratura e cinema, sono utili per sviluppare l'immaginazione?

  • Mi sono ispirata a Carroll senza ombra di dubbio, ha ispirato molto la mia vita ed il mio amore per la lettura. Tim Burton è un genio visionario, proprio come Carroll. Ecco il punto d’incontro, l’incastro perfetto; il genio di due creature che, ognuno con la propria arte, son Maestri nel cambiare il mondo.




Il testo è accompagnato da bellissime filastrocche. Ce ne puoi raccontare l'origine?



  • Le filastrocche rappresentano un sogno più fanciullesco. Mi piaceva scriverne da ragazzina, componevo in rima per gioco e, per gioco, ne ho fatto dono ad Alice, a me stessa ed ai lettori.



Spesso presenti il tuo libro come una fiaba spirituale. 
Da cosa deriva quest’accezione?



  • Sì, la considero una fiaba spirituale a tutti gli effetti. I rimandi alla spiritualità, ai chakra, alla numerologia ed alla meccanica quantistica sono forti. Lo scopo è proprio quello di incuriosire il lettore e fargli scoprire quella parte di sé non ancora esplorata. 




Prima di lasciarti andare: ti va di raccontarci qualche aneddoto riguardo al libro?

  • Scrivere per me è una passione, l’Alice di cui parlo conosce se stessa ed il mondo, è sicuramente un mio viaggio interiore, spirituale ed emotivo; questo credo sia chiaro. Quello che però vorrei accompagnasse la lettura, è la leggerezza del viaggio e del divenire. Alice è nata giocando con i miei amici; Raffaele, Nicola ed Emiliano. Creavo con loro questi giochi di parole per alleggerirci giornate di lavoro spesso pesanti o per trattare temi particolari… questo ha creato tutto! E ti anticipo, in anteprima, che sto già lavorando ad un’altra cosina…



...E noi siamo curiosi di scoprire di cosa si tratta :)
Grazie Maria, è stato un piacere ospitarti.






L'Autrice: Maria Perillo



E' nata a Napoli il 7 dicembre 1983. Da sempre innamorata dei libri e della scrittura, ha fatto della curiosità uno stile di vita. Esperta in evoluzione e crescita personale, per mezzo della scrittura invoglia le persone ad attraversare il proprio "Paese delle meraviglie".





 Intervista a cura di:










Non perdere nessun aggiornamento sui prossimi post:











 Segui "La Soffitta dei Libri Dimenticati" anche su Youtube e non perderti tutte le puntate di "ADOTTA L'EMERGENTE"




ISCRIVITI AL CANALE YT








Trovate tutti gli aggiornamenti sulle mie letture su GoodReads




AGGIUNGIMI GU GOODREADS







Se sei un frequentatore abituale del mio blog e ritieni utile il lavoro che svolgo, considera l'ipotesi di fare una donazione libera a sostegno del mio impegno 


DONAZIONE LIBERA
BUY ME A KO-FI










Nessun commento:

Posta un commento

Mi piace sapere cosa ne pensa la gente di quello che dico..
Avanti..COMMENTATEEEE!!!!! :D

Pro o contro??