|REVIEW PARTY| Può succedere anche a noi? - Becky Albertalli/Adam Silvera

ottobre 08, 2019











Arthur è entusiasta all'idea di trascorrere un'intera estate a New York. Per lui, cresciuto a pane e musical, è proprio una città magica, romantica, dove tutto può succedere. Se Broadway gli ha insegnato qualcosa, poi, è che l'universo può recapitarti una storia d'amore indimenticabile quando meno te l'aspetti. E quale luogo al mondo potrebbe essere un set migliore della città che non dorme mai?
Ben, invece, pensa che l'universo per una buona volta dovrebbe imparare a farsi gli affari suoi. Se davvero ci tenesse a lui, di certo non starebbe andando all'ufficio postale per spedire un'intera scatola di oggetti posseduti dal suo ex.
Ma quando, proprio in quel grigio luogo affollato, le strade di Arthur e Ben si incrociano, viene il sospetto che il destino abbia davvero qualcosa in serbo per loro. Ma che cosa di preciso?
Forse niente. In fondo, dopo essersi incontrati, ognuno va per la sua strada.
Forse tutto. In fondo, alla fine si rivedono. E decidono di ripetere l'esperienza.
Ma cosa accadrebbe se il loro primo appuntamento "ufficiale" non andasse proprio come previsto? E nemmeno il secondo primo appuntamento... o il terzo? Che cosa accadrebbe se Arthur le tentasse tutte per far andare bene le cose tra loro, e Ben invece non ci provasse abbastanza? E se la vita, quella vera, non fosse così tremendamente magica come pensa Arthur? Ma se invece lo fosse? Chi l'ha detto che non può essere come uno dei musical di Broadway che tanto ama? E soprattutto: perché un amore a prima vista fantastico come quelli che si vedono nei film deve capitare sempre agli altri? Perché non può succedere anche a loro?











Nella New York tutta sfarzi, brillantini e musical vivono Arthur, stagista nei mesi estivi presso l'ufficio di sua madre, e Ben, che frequenta la scuola estiva per recuperare l'anno.
Non c'è nessuna apparente logica dietro il loro incontro casuale alle poste, se non quella che l'universo, a volte, fa un po' di testa sua e si diverte a far scontrare due solitudini. Ma, complice un flashmob, Ben scappa via, turbato da questa affinità con uno sconosciuto, in quanto il ricordo del suo ex è ancora molto doloroso. Ma Arthur, nonostante le incertezze, vuole ritrovarlo...senza sapere che anche Ben, in fondo, lo sta cercando. E così inizia la loro storia, tra gli annunci di Craigslist e ricerche di profili instagram...


La coppia Adam Silvera e Becky Albertalli scrive, adattando il più possibile la narrazione per rivolgerla ai sedicenni, uno young adult fresco, divertente e scorrevole, merito anche dell'inserimento di tematiche calde - genitori senza lavoro, crisi matrimoniale, difficoltà nell'essere accettati per come si è dagli amici, l'essere o meno se stessi in un'epoca dove i social imperano, il razzismo etnico e l'omofobia - trattate con estrema naturalezza.
Le uniche pecche di uno stile del genere è sicuramente l'ostentazione della padronanza dello slang giovanile: a meno che non si è davvero sedicenni, certe frasi e certi avvenimenti, nonché reazioni, risultano forzati. Come risulta forzata la punteggiatura: non si può mettere un punto dove andrebbe messa una virgola; i ragazzi non pensano a scatti, non dividono i periodi a caso.


Di chiara ispirazione sono stati due libri, Il giovane Holden e Un giorno questo dolore ti sarà utile - il primo per la punteggiatura a periodi mozzati e brevi, il secondo per tutto quello che succede ai protagonisti e che presenta alcune scene in comune. Senza ovviamente dimenticare che, nonostante siano citati almeno una decina di musical, non hanno sottolineato che le dinamiche sono molto più simili a La La Land che altro e questa scelta è visibilissima in tante piccole (grandi) sfaccettature - piccola nota: non so se sia un errore di traduzione, degli autori o del copyright, ma Il fantasma non è del palcoscenico, ma dell'opera.


In definitiva è un libro per adolescenti che va letto dagli adolescenti, che intrattiene, fa riflettere e fa divertire, sognare e sperare insieme ai due protagonisti.









Recensione a cura di:








Non perdere nessun aggiornamento sui prossimi post:









Si ringrazia la CE Mondadori per l'invio del libro digitale





You Might Also Like

0 commenti

Mi piace sapere cosa ne pensano i miei lettori <3

Vi aspetto nei commenti ;)

NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Seguimi su Facebook

creative commons