|RECENSIONE MANGA| Neon Sign Amber - Ogeretsu Tanaka

giugno 03, 2019









NEON SIGN AMBER


di 
Ogeretsu Tanaka 


Nella discoteca in cui lavora, Ogata incontra Saya, un ragazzo appariscente dalla pelle ambrata che sembra cambiare donne in continuazione. Insomma, proprio il tipo di persona con cui non vorrebbe mai avere a che fare! Ciononostante, si ritrova a prestargli del denaro, e Saya insiste nel volergli preparare la colazione per ringraziarlo. Ogata scopre così che la persona all'apparenza frivola che abita le sue notti è in realtà un ragazzo gentile che cucina per lui, dal quale si ritrova inevitabilmente attratto, ma... Mai avrebbe immaginato che una parola semplice come "scusa" potesse fare così male...















Ogata, ragazzo dai tratti inespressivi, lavora in una discoteca frequentata da Saya, un playboy bello ed abbronzato che fa del conoscere una ragazza diversa ogni sera uno sport.
In una circostanza particolare, Ogata si troverà a prestare dei soldi a Saya il quale, per sdebitarsi, deciderà di preparargli ogni giorno la colazione. Sarà così che entrambi si conosceranno meglio e andranno oltre il velo delle apparenze, scoprendo come esse ingannano. E quanto è difficile scusarsi, per aver arrecato dolore involontariamente alle persone speciali.


Neon Sign Amber è la storia di due personaggi agli antipodi, ognuno dei quali porta dentro cicatrici che è difficile cancellare: Ogata, ormai rassegnato, vede la sua felicità sgretolarsi a causa della sua inespressività, rimanendone ferito nel profondo senza tuttavia saperlo dimostrare; Saya combatte una guerra dentro sè, frutto delle conseguenze di atti omofobi che ha subìto da piccolo, e rifiuta di essere se stesso. 
Due ragazzi che hanno perso tanto ma insieme riusciranno ad imparare ad accettarsi, perché solo trovando la persona giusta che capisce così bene l'altro si può essere se stessi senza riserve.       


Ogeretsu Tanaka disegna uno yaoi che, in soli sei capitoli, sa toccare temi attuali ed importantissimi senza tuttavia risultare affrettato - anche se proseguire la storia con un altro volume avrebbe approfondito di più alcuni aspetti rimasti alla deduzione del lettore.
Il tratto è bello e ricercato, ma solo sui protagonisti: di tutti gli altri personaggi non si vede mai l'espressione, di alcuni neanche il volto, con l'effetto di far concentrare solo sulle emozioni di Ogata e Saya, sull'evoluzione della loro storia e sull'accettazione della loro  sessualità. Ma uno dei grandi pregi di questo volume unico è che i soliti chiché sulle relazioni omosessuali vengono aboliti: non si tratta solo di un ragazzo etero che scopre di essere gay e accetta tutto con serenità come se fosse una favoletta, ma viene mostrata e analizzata la reale difficoltà del rendersi conto tardivamente del proprio orientamento, della confusione che si prova quando si cresce con altre convinzioni e dell'arduo percorso da intraprendere per riuscire a convivere con la propria identità rinnovata e ritrovata.   


Consigliatissimo a chi cerca un manga mai banale e magnetico, che sa far emozionare con la semplicità di uno slice of life e a chi ama gli yaoi.


(Piccola nota: ci sono scene hot, ma sono ben contestualizzate e non volgari. Ma ricordiamo comunque che è un titolo destinato ad un pubblico maturo.) 





Recensione a cura di:








Non perdere nessun aggiornamento sui prossimi post:









Si ringrazia la CE JPop per l'invio del manga





You Might Also Like

0 commenti

Mi piace sapere cosa ne pensano i miei lettori <3

Vi aspetto nei commenti ;)

NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Seguimi su Facebook

creative commons