|RECENSIONE| Avviso di chiamata - Delia Ephron

giugno 30, 2019







AVVISO DI CHIAMATA



di Delia Ephron
 


Eve Mozell è un'organizzatrice di eventi quarantaquattrenne che vive a Los Angeles. Quella da cui proviene è una famiglia di eccentrici artisti. Da tempo la madre ha lasciato il padre per un altro uomo e, ora che lui è divenuto anziano, tocca a lei farsene carico, insieme alle sue sorelle: la maggiore, Georgia, estrosa e brillante, è la direttrice di un'importante rivista e trasforma in moda qualsiasi cosa indossi o dica; la minore, Maddy, è un'attrice stralunata alle prese con una gravidanza imprevista e il conseguente licenziamento dalla soap opera in cui lavora. Il padre, con il suo alcolismo, i suoi episodi maniaco-depressivi, i suoi tentativi di suicidio e le sue assurde storie d'amore e di sesso, è un disastro. Ma Eve ha anche altri problemi: gli impegni lavorativi, le preoccupazioni per il figlio adolescente, l'angoscia per il proprio declino fisico. Per questo esistono le sorelle: nonostante le gelosie e le incomprensioni, basta alzare la cornetta del telefono per trovare un po' di sollievo... Le carriere, gli amori e le rivalità di tre sorelle fra New York e Los Angeles: in "Avviso di chiamata", romanzo che ha molto di autobiografico, l'autrice svela una serie di squisiti retroscena sulla famiglia Ephron, a partire dall'indimenticabile Nora. Da questo romanzo è stato tratto il film omonimo con Meg Ryan e Diane Keaton (anche regista).








Avviso di chiamata è storia delle tre sorelle Mozell - Eve, Georgia e Maddy - e del loro conflittuale amore verso il padre, ex alcolista ed ora in fin di vita, e per quella famiglia disfunzionale che le unisce...attraverso il filo di un telefono.


Delia Ephron, sorella della regista Nora e con cui ha collaborato ai capolavori C'è post@ per te e Insonnia d'amore, restituisce con una disarmante chiarezza il ritratto di una famiglia spezzata che prova a rimanere unita nonostante le diverse vite, esperienze, lavori e un rapporto complicato tra loro stesse e con il padre. Il filo che le unisce, in questo caso, non è quello rosso del destino, ma quello attorcigliato di un telefono (che è una metafora di quanto sia difficile sopravvivere ad una vita come la loro e vivere linearmente).
Eve racconta l'avvenimento che ha invertito l'ordine delle cose ed ha fatto precipitare lei e le sue sorelle nel caos: la separazione dei suoi genitori. All'epoca la sorella maggiore Georgia era già al college e Maddy era una bambina che si affidava ad Eve, di poco più grande di lei. Ed è qui che cominciano le telefonate assidue per qualunque cosa: in un'epoca dove ancora non c'è il cellulare e si pagano le bollette telefoniche, tre ragazze - poi donne - provano a superare qualcosa che è più grande di loro. Considerando anche il fatto che il padre comincia a bere e rifiuta lui per primo l'abbandono del tetto coniugale della moglie, quindi sono di fatto lasciate sole a se stesse.
Passano gli anni e tutte e tre le sorelle Mozell si realizzano: Eve diventa una carismatica orgnizzatrice di eventi, Georgia è a capo di un'importantissima rivista di moda e la minore Maddy un'acclamata attrice di soap opera. Ma il peso dell'assenteismo genitoriale e della rivalità che il padre stesso fomentava non le abbandona.
Per questo, quando il padre sarà in fin di vita, le sorelle dovranno fare i conti con il passato e tra di loro ed accettare che tutti sono umani e tutti sbagliano. E che è l'amore attraverso il filo del telefono a tenerle unite, non il dovere. 
Un romanzo dove si pone l'accento sui rapporti umani, su quanta fatica e rinuncia comporta il senso del dovere, sul quanto è difficile assumersi delle responsabilità e sui diversi tipi di reazione alle sfide che la vita ci dà.


Avviso di chiamata - che nel 2000 ha avuto anche un adattamento cinematografico diretto ed interpretato da Diane Keaton e con protagniste anche Meg Ryan nel suo periodo d'oro e la star di Friends Lisa Kudrow - è un ritratto di vita reale, in quanto è una semi-autobiografia, e sa far riflettere, complice il sottile umorismo che lo permea, sul vero significato dell'amore e delle sue innumerevoli sfaccettature in un percorso emotivo che non lascia indifferenti. 






Recensione a cura di:








Non perdere nessun aggiornamento sui prossimi post:









Si ringrazia la Fazi Editore per l'invio del libro cartaceo





You Might Also Like

0 commenti

Mi piace sapere cosa ne pensano i miei lettori <3

Vi aspetto nei commenti ;)

NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Seguimi su Facebook

creative commons