NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Lettori fissi

|RECENSIONE| L'Insana Improvvisazione di Elia Vettorel - Anemone Ledger






L'INSANA IMPROVVISAZIONE DI ELIA VETTOREL
di
Anemone Ledger



Editore: Elison Publishing
Data di Pubblicazione: 2017
  ASIN: B072S8Y11D
Formato: pdf/brossura
Pagine: 168


Prezzo

          3,99€ (ebook – link d’acquisto)
          13,50€ (cartaceo – link d’acquisto)







Improvvisazioni negative accompagnano tutta la fiaba nera di Elia Vettorel, dai suoi primi anni in orfanotrofio fino alla morbosa attenzione nei confronti di sua madre, al delirio completo, alla perdita di se stesso.

La collezione di quadri inquietanti raffiguranti bambini uccisi in modi brutali, l’adrenalina nel compiere atti immondi, la derisione per il suo aspetto e la cicatrice sulla guancia, vero e proprio squarcio nell’abisso infernale e sconnesso della sua anima; come non poteva, Elia Vettorel, compiere un atto insano?











Ho capito che si trattava di un ottimo romanzo quando ho letto la prima pagina.
Anemone Ledger è riuscita a scrivere un romanzo horror e dirigere magistralmente un libro di indubbia difficoltà, concatenando il presente, il passato e gli eventi che si svolgono nell’universo del suo Elia Vettorel, che è cresciuto in orfanotrofio e, in seguito, per colpa dei suoi disturbi psicologici, è diventato un assassino.

Conosciamo Elia durante uno dei colloqui con lo psicanalista, dopo essere stato arrestato.
Racconterà tutta la sua vita, a partire dall’infanzia vissuta in solitudine quando si trovava al “carcere per bambini”, le continue vessazioni da parte degli altri orfani solo perché ha i capelli rossi, alle punizioni crudeli delle “Madri” (le suore), l’improvviso quanto insperato ritorno di sua madre che darà il via ad un’ossessione morbosa e decreterà la fine delle speranze che aveva nutrito verso la donna che lo ha partorito.
Perché, a volte, stare con i familiari non significa essere a casa.

Elia prova un forte disgusto verso sé stesso, verso il suo aspetto (capelli rossi e lentiggini, successivamente avrà anche una cicatrice, un “ricordino” lasciatogli da una suora) e ciò lo spinge ad isolarsi e crearsi il suo migliore amico immaginario, Finn, che sarà per tutto il libro una sorta di “grillo parlante”, la voce della sua coscienza.
Ma le sue turbe psicologiche andranno ad aggravarsi quando Aurora Vettorel tornerà nella vita del figlio dalla psiche barcollante, andando a scatenare nel protagonista un misto di amore-odio che, da grande, lo porteranno a compiere un delitto, un rapporto malato e morboso che mi ha ricordato molto Norman Bates di Psyco.

La storia, come accennavo prima, salta in modo fluido tra diversi tempi, rendendo comprensibile tutto il racconto, fino al colpo di scena finale che, personalmente, non avrei mai sospettato.

Le diverse storyline hanno tutte come unico denominatore la follia.
Nessun personaggio è totalmente buono o cattivo, ma hanno quelle sfumature che li rendono dannatamente umani.
Quando alla fine si scopre che cosa ha fatto Elia non si riesce a provare odio o disgusto, no.
Lo si compatisce.
Ma è solo alla fine che si comprende tutto.
Allora gli si vuole bene, si prova un desiderio di abbracciarlo.
Perché Elia ha sempre chiesto solo e soltanto una cosa: essere amato.
Ma il mondo non lo ha ascoltato.
Chissà, se avesse avuto un po’ di affetto, se avrebbe fatto ciò che ha fatto…



È un horror – in alcuni casi anche splatter –  quindi lo consiglio a chi piace il genere, a chi vuole leggere un libro di qualità ed a chi vuole cimentarsi in un genere diverso.
Naturalmente lo sconsiglio a chi non piace il genere ed ai ragazzi sotto i quattordici anni.



Volutamente non scrivo l’età della giovane Anemone, in quanto ho sempre creduto che non è la data di nascita a determinare la professionalità, ma sono sicura che farà molta strada ed ha tutte le carte in regola per diventare una scrittrice di successo.
Ed io la seguirò con molto piacere.






VOTO



Recensione a cura di:











Non perdere nessun aggiornamento sui prossimi post:








Si ringrazia Aenemone Ledger per l'invio dell'ebook.






2 commenti:

  1. Bellissimo!!! Adoro il genere horror non vedo l'ora di leggerlo 😍😍😍 una recensione davvero interessante!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero sia di tuo gradimento! Poi fammi sapere <3

      Elimina

Mi piace sapere cosa ne pensa la gente di quello che dico..
Avanti..COMMENTATEEEE!!!!! :D

Pro o contro??