|RECENSIONE MANGA| Perfect world vol. 2 & 3 - Rie Aruga

ottobre 22, 2019








Tsugumi e Itsuki hanno cominciato a uscire insieme, e con l'approfondirsi del rapporto lo scontro con la dura realtà diventa inevitabile. Inoltre, la comparsa di Nagasawa, assistente di Itsuki che prova qualcosa per lui, e di Koreeda, ex compagno di scuola di Tsugumi invaghito di lei, ha iniziato a incrinare il rapporto tra i due giovani, provocando qualcosa d'inaspettato...








Come possono un corpo e un cuore feriti trovare sollievo...? Tsugumi e Itsuki sono ora ufficialmente una coppia, ma la ragazza continua a nutrire dentro di sé un profondo senso di inadeguatezza. A causa del grande stress accumulato, Tsugumi si sente male e si ferisce gravemente cadendo dalla banchina della stazione. Per sottoporsi alle cure torna così a Matsumoto, il suo paese natio. Nel frattempo, Itsuki prende una decisione...









Nel secondo volume Ayukawa sogna di poter camminare, e Kawana non sa come aiutarlo. Dopo una partita di basket, Kawana parla con la moglie di un membro della squadra, anch'egli sulla sedia a rotelle, e le chiede consigli, ma ciò che trova sono altre domande.
Durante un piccolo viaggio che Ayukawa e Kawana fanno insieme ai loro amici, la ragazza nota sempre di più le occhiate e i commenti della gente dalla mente chiusa, e ciò la intristisce. Ma cosa succede quando due persone - l'infermiera di lui e l'ex compagno di classe di lei - si intromettono nella loro storia d'amore, già complicata, e sia Ayukawa che Kawana sono convinti di non poter essere abbastanza l'uno per l'altra? E cosa fare, quando non si ha neanche il supporto dei genitori? Ci si spezza, viene l'esaurimento nervoso, ci si trova impotenti quando si vorrebbe solo rendersi utili ma non si hanno le competenze.
Questo sarà il filo conduttore del terzo volume che, tramite l'introspezione, mostra quanto ogni scelta fatta per amore porta a delle conseguenze, spesso inaspettate, dolorose e devastanti.


Molto interessante la prosecuzione che Rie Aruga ha pensato per il suo manga d'esordio, che fa risaltare sempre di più la connotazione realistica di un rapporto tra normodotati e disabili e la difficoltà nella vita quotidiana nell'accudire una persona che ha bisogno di cure per qualunque cosa, anche la più piccola, che di fatto rappresenta per un soggetto disabile un ostacolo insormontabile.
Anche questa volta le informazioni tecniche sono supportate da studi approfonditi, misti alla psicologia umana ed arricchiti dalle emozioni e dalla profonda empatia che si sviluppa durante la lettura per i personaggi, che continuano a rendere Perfect World un piccolo gioiello imperdibile che sa far riflettere con classe.

      




Recensione a cura di:








Non perdere nessun aggiornamento sui prossimi post:










Si ringrazia la CE Edizioni Star Comics per l'invio del manga






You Might Also Like

0 commenti

Mi piace sapere cosa ne pensano i miei lettori <3

Vi aspetto nei commenti ;)

NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Seguimi su Facebook

creative commons