|#soffittaGDL| La verità sul caso Harry Quebert - Joel Dicker

gennaio 07, 2019

Benvenuti alla prima puntata di #soffittaGDL, rubrica dedicata al mio meraviglioso gruppo di lettura in cui si discute di libri e molto altro.
Per sapere di che altro parliamo...non vi resta che entrare nel GDL :D 

[Per entrare nel GDL è semplicissimo: basta inviarmi un messaggio in Direct su Instagram su @lasoffittadeilibridimenticati]





La particolarità di questa rubrica è che racconterò un po' la vita nel gruppo e non ci saranno recensioni, ma le opinioni di tutti i partecipanti del mese (blogger e non) saranno le protagoniste!



Ma andiamo con ordine...per Novembre 2018 che libro abbiamo scelto?

Per iniziare con #soffittaGDL ho pensato al motto "Obiettivi umili per gente umile" che, rapportato alla nostra situazione di lettori onnivori, disperati e volenterosi, equivale alla sfida delle sfide: leggere quasi 800 pagine in poco meno di tre giorni.
Ovviamente il candidato ideale non poteva essere che lui: Monsieur Harry Quebert!






LA VERITA' SUL CASO HARRY QUEBERT



Estate 1975. Nola Kellergan, una ragazzina di 15 anni, scompare misteriosamente nella tranquilla cittadina di Aurora, New Hampshire. Le ricerche della polizia non danno alcun esito. Primavera 2008, New York. Marcus Goldman, giovane scrittore di successo, sta vivendo uno dei rischi del suo mestiere: è bloccato, non riesce a scrivere una sola riga del romanzo che da lì a poco dovrebbe consegnare al suo editore. Ma qualcosa di imprevisto accade nella sua vita: il suo amico e professore universitario Harry Quebert, uno degli scrittori più stimati d'America, viene accusato di avere ucciso la giovane Nola Kellergan. Il cadavere della ragazza viene infatti ritrovato nel giardino della villa dello scrittore, a Goose Cove, poco fuori Aurora, sulle rive dell'oceano. Convinto dell'innocenza di Harry Quebert, Marcus Goldman abbandona tutto e va nel New Hampshire per condurre la sua personale inchiesta. Marcus, dopo oltre trent'anni deve dare risposta a una domanda: chi ha ucciso Nola Kellergan? E, naturalmente, deve scrivere un romanzo di grande successo.




Questo bel gruppo è riuscito nell'intento di leggere un tomino piccino del genere in 3 giorni?
Alcuni sì, altri no, ma tutti concordiamo con il dire che, se avessimo avuto più tempo...lo avremmo finito in 2 giorni, altro che 3!

Ma che cosa ci ha riservato la lettura di questo best-seller internazionale e caso editoriale?
Continuate a leggere per scoprire le opinioni dei partecipanti!


* Giulia - @lasoffittadeilibridimenticati

Sono una lettrice onnivora, lo sanno tutti, ma i generi che leggo di rado sono proprio i thriller ed i gialli. Non perchè non mi piacciano, ma perchè trovo immediatamente il colpevole e terminare la lettura mi annoia oltremodo, perché dopo aver trovato l'assassino è facile trovare anche il movente e dedurne la fine.
Fino ad oggi, solo l'immensa Agatha Christie con Dieci piccoli indiani e Assassino sull'Orient Express era riuscita a depistarmi. Direi che è arrivato il momento di aggiornare la lista ed aggiungere Dicker al secondo posto :D 
Non può battere la Christie solo per un motivo: per quanto sia stato bravo a depistare...all'incirca al 60% del libro ho capito l'assassino chi era. 
Ma tutto il resto delle rivelazioni no.
Quindi, in definitiva, non ho proprio capito nulla :D

Ma parliamo delle cose serie: Dicker è un genio.
Ha scritto oltre 700 pagine di puro intrattenimento, non mi ha annoiata neanche un attimo e, se non avessi avuto altri impegni, avrei terminato la lettura in meno di due giorni.
I pregi del libro sono innumerevoli: è scorrevole, i tempi sono ben scanditi, i numerosi personaggi ben approfonditi e caratterizzati (anche i minori) ed è stata una genialata lasciare a Marcus (il personaggio neutro) la parola.
Ho amato dalla prima all'ultima pagina (compresi i ringraziamenti) ed ho gradito particolarmente che i capitoli siano stati numerati in ordine decrescente, con le stupende massime di Harry che insegnano a Marcus come scrivere un libro di successo.

Mi è piaciuto? 
Forse anche troppo, tanto da farmi aver paura di leggere gli altri romanzi dello stesso autore.
Ringrazio la mia socia Smallintrix che me lo ha regalato per il compleanno.
(Ps. hai vinto XD)



* Lalla - @profilo_bhu

Ho trovato un po' lungo e lento l'inizio in cui lui non riesce a scrivere.
Da lì in poi è stata una meraviglia: mi sono piaciuti i continui stop e rewind per riprendere la storia con nuovi indizi. Non avevo mai la certezza di nulla per i continui colpi di scena che mi hanno incollata sino alle tre di notte per finire la storia.
Infine, quando pernsi che sia tutto finito, arriva un altro colpo di scena incredibile.
Magnifiche anche le massime sulla scrittura e molto bello il rapporto tra Harry e Marcus.
Bello, davvero bello.


* Chiara - @libri_mypassion

E' un libro davvero ben scritto, interessante e pieno di colpi di scena che ti lasciano sul filo del rasoio fino all'ultimo secondo.
I personaggi sono caratterizzati benissimo, tanto che riesci a dubitare di tutti!
Unica pecca i capitoli troppo lunghi.
Grazie per la scelta fantastica!


*Gabriella - @pappysbooks

700 pagine piene di fascino e mistero.
Ho adorato la scrittura, i flashback ed i salti temporali.
Letto in tre giorni, diventa impossibile staccarsi dalle pagine.
Lettura scorrevole e piacevole.



* Rita - @riri2193

Ho iniziato questo libro per caso, dato che non era nemmeno nella mia whishlist, ma mi sono dovuta ricredere: finalmente ho trovato uno di quei libri che tengono alta l'attenzione e la suspance fino all'ultima pagina.
Quando pensi di aver capito qualche cosa della storia, arriva una novità che ti fa ripartire dall'inizio.
Concludo col dire che questo libro va letto almeno una volta nella vita, soprattutto per Marcus.


* Maura - @tantilibriecaffe

Sono partita molto prevenuta perchè sia la copertina (che non mi attirava) sia la quantità di pagine mi scoraggiavano.
Invece, sin dalle prime pagine, il libro mi ha tenuta incollata sino alla fine.
Posso dire che sicuramente è il miglior libro letto nel 2018!
Incalzante, soprendente e mai scontato.
Grazie per avercelo consigliato.


*Emilia - @how.to.find.a.book

700 pagine che ti tengono sulle spine, mai scontato, mai noioso, mai prevedibile.
Entusiasmante ed a tratti lirico, delinea personaggi indimenticabili.
L'autore è capace di suscitarti un'ampia gamma di emozioni: dall'insofferenza alla pena, al pianto, all'entusiasmo ed alla frustrazione.
Consigliatissimo, l'ho amato da morire.



*Viviana - @il.mionome

La verità sul caso Harry Quebert è una storia che contiene storie. 
L'autore riesce egregiamente ad incastrare tutti i pezzi del puzzle complesso che ha creato.
I personaggi prendono vita sotto i nostri occhi, con le loro esistenze che si intrecciano, e noi che facciamo supposizioni prontamente disattese.
E' un libro che avrei voluto gustare, ma non ci sono riuscita: ho dovuto divorarlo, perchè l'autore mi ha reso necessario arrivare alla soluzione del caso, anche se ovviamente non è così semplice, perchè la soluzione non è solo il titolo del libro, ma qualcosa di più antico.
Il rischio spoiler è elevatissimo, quindi mi limiterò a consigliare a tutti la lettura di questo bel tomo, senza lasciarsi spaventare (come ammetto era successo a me) dalla mole del libro ché si lascia leggere in pochissimo tempo.
Ogni personaggio vi affascinerà e vi provocherà emozioni discordanti, ma ogni cosa trova il suo senso in questo libro che non perde il suo patos.
Sono contentissima di aver deciso di leggerlo.



*Denyra - @tante_piccole_recensioni_

Questo libro è stata un'avventura.
Un libro di 770 pagine, sì, ma grazie alla capacità linguistica dello scrittore è una passeggiata.
Purtroppo non l'ho potuto finire  in pochissimo tempo per impegni vari, ma sono sicurissima al 100% che il libro si può finire in due giorni!
Ho amato particolarmente la trama, un thriller pazzesco.
Complimenti all'autore, perchè è riuscito a mascherare la verità fino all'ultimo capitolo (dai, facciamo al penultimo!).
L'unica cosa un po' confusionaria sono i troppi personaggi.
Comunque è un libro che ti fa veramente viaggiare e riflettere.
Sicuramente recupererò qualcos'altro di questo autore! 



*Fede - kikasnotes

Non avrei mai pensato che mi potesse piacere un thriller, perché sono più un tipo da romanzi rosa.
Ma questo mi è piaciuto davvero: mi ha tenuta col fiasto sospeso fino alla fine!
Il mio personaggio preferito è sicuramente Marcus, perché nonostante i continui "avvertimenti" era determinato a scoprire la verità.
Posso dire che è diventato il mio libro preferito perché mescola storia d'amore e thriller.
Combo perfetta!









Scetticismo, incredibili rivelazioni e stupore sono stati i sentimenti che hanno animato #soffittaGDL per il mese di Novembre 2018.


Ci aspettiamo di bissare con la lettura de "Il sognatore" di Laini Taylor, protagonista per il mese di Dicembre 2018 e di cui vi parlerò prossimamente!

Se volete essere dei nostri, l'invito è sempre valido!
Vi aspetto!







You Might Also Like

2 commenti

Mi piace sapere cosa ne pensano i miei lettori <3

Vi aspetto nei commenti ;)

NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Seguimi su Facebook

creative commons