|REVIEW PARTY| Falce - Neal Shusterman

maggio 08, 2020







Un mondo senza fame, senza guerre, senza povertà, senza malattie. Un mondo senza morte. Un mondo in cui l'umanità è riuscita a sconfiggere i suoi incubi peggiori. A occuparsi di tutte le necessità della razza umana è il Thunderhead, un'immensa, onnisciente e onnipotente intelligenza artificiale. Il Thunderhead non sbaglia mai, e soprattutto non ha sentimenti, né rimorsi, né rimpianti. Quello in cui vivono i due adolescenti Citra Terranova e Rowan Damisch è davvero un mondo perfetto. O così appare. Se nessuno muore più, infatti, tenere la pressione demografica sotto controllo diventa un vincolo ineluttabile. Anche l'efficienza del Thunderhead ha dei limiti e non può provvedere alle esigenze di una popolazione in continua crescita. Per questo ogni anno un certo numero di persone deve essere "spigolato". In termini meno poetici: ucciso. Il delicato quanto cruciale incarico è affidato alle cosiddette falci, le uniche a poter decidere quali vite devono finire. Quando la Compagnia delle falci decide di reclutare nuovi membri, il Venerando Maestro Faraday sceglie come apprendisti proprio Citra e Rowan. Schietti, coraggiosi, onesti, i due ragazzi non ne vogliono sapere di diventare degli assassini. E questo fa di loro delle falci potenzialmente perfette. 














In un mondo futuribile, in cui la tecnologia ha sconfitto persino la morte, si muovono Citra e Rowan, due adolescenti onesti e coraggiosi. Ma in questo mondo perfetto c’è un neo: l’unico limite dell’AI Thunderhead è quella di non poter provvedere ad una popolazione in sovracrescita, così è stata istituita la Compagnia delle Falci che regolamenta le spigolature – o, per meglio dire, le uccisioni.  
Citra e Rowan non hanno nulla in comune, ma presto qualcosa li avvicinerà: vengono scelti dal Venerando Maestro Faraday come apprendisti Falci, un ruolo che non vogliono e che detestano.
Alla fine solo uno di loro diventerà una Falce ma, nel frattempo, dovranno sopravvivere alla faida che si è creata all'interno del Conclave…



Primo capitolo di una trilogia distopica che presto diverrà una serie di film per la Universal Pictures, Falce di Neal Shusterman è un romanzo dai risvolti squisitamente politici, ricco di intrighi e dotato di un ottimo e curato worldbuilding – in particolare è apprezzabilissimo il voler nettamente distinguere l’AI Thunderhead, molto coscienziosa e “materna”, dall'algido e programmatico Hal di 2001:Odissea nello spazio, pietra miliare della cinematografia che vanta infiniti omaggi nel mondo della letteratura. Anche i personaggi, sia i protagonisti che i villain, hanno il giusto appeal e risultano ben credibili – merito sicuramente di uno stile raffinato, coinvolgente e talmente scorrevole da non riuscire a smettere di leggere.     



Consigliatissimo ad un pubblico di ragazzi – in quanto Falce è di stampo young adult – è comunque un libro innovativo che mira a far riflettere sull'etica e l’importanza della vita e della morte. Perché, anche se non puoi morire, non ti manca nulla e il mondo è iper-tecnologico, hai perso comunque. 







Si ringrazia la CE Mondadori per l'invio del libro digitale





You Might Also Like

0 Comments

Mi piace sapere cosa ne pensano i miei lettori <3

Vi aspetto nei commenti ;)

NEWS: Ogni giorno tante novità! Aggiungici ai LETTORI FISSI e seguici sui social per non perdere nessun aggiornamento!

Instagram

Seguimi su Facebook

creative commons

About Me

Facebook